Orgonite e la 5G


2020: domande su questo argomento vengono spesso poste, quindi offro una risposta dettagliata.



Le domande che sorgono di più sono così:

  • Qual è la migliore orgonite per proteggere dal 5G?
  • L’orgonite funziona per proteggere dal 5G?
  • Come posizionare orgoniti per il 5G?
  • Cosa si può fare contro il 5G?
  • eccetera.

Sei invitato a prendere il tempo per leggere questa pagina con molta calma e in tutta la sua lunghezza, perché come con altri argomenti complicati, le persone si fanno prendere dal panico, mescolano e amalgamano gli argomenti senza nemmeno capire molto sull’argomento. Ho già visto passare la stessa frenesia al momento della transizione dal 3G al 4G, la gente ha detto che sarebbe stata la fine del mondo, ecc.
Per sua informazione, non sono né per il 5G, né contro, come in ogni argomento, trovo che ci sia il bene e il male, questo che è scioccante ogni volta che è il panico di quelli e il volo a venire d’altra parte, non esiste mai un mezzo punto per studiare le materie con pazienza e nei dettagli. Alcuni umani tendono ad andare a capofitto in nuove direzioni senza perdere tempo, il che significa che prima o poi dovrai affrontare le conseguenze di queste azioni impulsive. Allo stesso tempo, altri umani si lasciano prendere dal panico all’idea di un cambiamento e criticano fortemente queste persone che avanzano, senza davvero cercare di capire l’argomento. Dobbiamo trovare un buon mezzo punto, non avanzare troppo rapidamente, né essere resistenti ai cambiamenti, sfortunatamente per il momento questo mezzo punto esiste solo troppo raramente nella nostra società.


Che cos’è il 5G?
Il 5G è un’evoluzione del 4G, ha 3 principali evoluzioni tecniche di cui discuteremo senza entrare troppo nei dettagli. L’implementazione del 5G è inoltre prevista in due fasi abbastanza distinte di cui dobbiamo anche essere consapevoli.


Nuove caratteristiche tecniche
I 3 miglioramenti principali rispetto al 4G sono: “percorsi” di connessione accorciati tra due dispositivi comunicanti (latenza ridotta), antenne multidirezionali e frequenze più elevate.

  1. Il primo miglioramento è importante per la rete di telecomunicazioni, ma in termini di onde non cambia nulla. È un’evoluzione tecnica della rete che consente a una comunicazione di trovare il percorso più breve, ad es. immagina di inviare un SMS a un amico che vive a 100 km di distanza, al momento il suo SMS verrà ricevuto dall’antenna connessa al suo cellulare, quindi i dati dell’SMS saranno propagati verso diversi altri punti della rete (tramite rete cablata o antenna) fino ad arrivare all’antenna che la trasmetterà sul cellulare del suo amico. Il problema con la tecnologia attuale è che i dati possono passare attraverso molti punti inutili (e anche molto lontani) che allungano il tempo da un punto all’altro e sovraccaricano inutilmente alcune parti della rete. Ogni interconnessione aggiuntiva aggiunge circa 5-10 millisecondi in più. Non è niente per una chiamata o un messaggio di testo, ma se si tratta di controllare una macchina molto precisa a distanza, un tempo di reazione di 10ms o 50ms può fare una grande differenza. Con i miglioramenti della rete 5G, i dati passeranno attraverso i percorsi più brevi il più spesso possibile, il che renderà la rete meno congestionata e avrà meno latenza/ritardo. Questo è importante per la visione degli oggetti connessi ché hanno i tecnofili di questo mondo, più ci saranno oggetti connessi, meglio sarà che le reti saranno meno congestionate possibile.
  2. Il secondo miglioramento è l’uso di antenne multidirezionali. Attualmente, un’antenna 2G/3G/4G trasmette lo stesso segnale in tutte le direzioni, il che significa che trasmette il segnale per il suo cellulare in molte direzioni non necessarie. Le antenne previste per il 5G funzionano con un principio di “array a fasi” che consente di orientare il segnale e ci sono diverse decine di mini antenne (vede centinaia) per antenna. Quindi un’antenna 5G (qui stiamo parlando di un intero pannello posizionato su un palo) contiene molte mini antenne che consentono di trasmettere specificamente in una direzione più precisa, risparmiando energia non trasmettendo in direzioni non necessarie e anche utilizzare una o più antenne nella stessa direzione per aumentare il segnale quando necessario.
  3. Il terzo miglioramento è l’uso di frequenze più alte. Fino ad ora le frequenze utilizzate da 2G/3G/4G non vanno generalmente oltre i 3,5 GHz. Con 5G pianificato di utilizzare frequenze molto più elevate, in particolare intorno a 26-28 GHz, ma anche più ampiamente da 3 GHz a 60 GHz. Ciò è necessario per poter aumentare la velocità della connessione, poiché attualmente, essendo limitata globalmente tra 800 Mhz (0,8 GHz) e 3,5 GHz, la velocità non può essere aumentata in modo significativo. Perché per questo sarebbe necessario essere in grado di allocare, ad esempio, una singola banda di frequenza da 2 GHz a 3 GHz per un singolo cellulare, il che limiterà il numero di altri telefoni che possono connettersi contemporaneamente. Da 0,8 GHz a 3,5 GHz, è possibile effettuare 2 connessioni di questo tipo, una da 1 a 2 GHz, l’altra da 2 a 3 GHz e tutto è quasi usato. Considerando che con una banda di frequenza molto più ampia da 3 a 60 GHz, è possibile assegnare 3-4 GHz a un telefono, 4-5 a un altro, 5-6 a un altro, ecc. È sufficiente per farlo per 50 connessioni contemporaneamente. Con le frequenze correnti tra 0,8 e 3,5 GHz, in generale una connessione a un cellulare alloca circa 100 MHz (0,1 GHz), il che limita molto di più la velocità.


Tappe di diffusione
Complessivamente ce ne sono due abbastanza distinti, al momento, nel 2020, siamo solo all’inizio del primo stadio.

  1. La prima fase di implementazione.
    In questo momento possiamo dire che ciò che viene distribuito è 4G+, non è ancora il 5G pianificato come previsto quando sarà completamente distribuito. Le società di telecomunicazioni stanno implementando i miglioramenti 1 e 2 sopra menzionati, vale a dire. migliorare la rete di interconnessione tra le antenne di trasmissione per ridurre i tempi/ritardi di latenza e impostare pannelli con mini antenne multidirezionali.
  2. Il secondo stadio di implementazione è l’uso di frequenze più alte, oltre 3-3,5 GHz.
    È lungi dall’essere testato su larga scala, ci sono ancora molti problemi tecnici da risolvere, i cellulari sono ancora totalmente inadatti, le bande di frequenza più elevate non sono ancora allocate in molti paesi, ecc. I pannelli attualmente distribuiti non supportano ancora queste nuove frequenze.


Informazioni errate
Mi permetto quindi di fare un rapido giro delle informazioni errate che sono presenti su Internet al momento.

  • L’uso di frequenze molto alte
    L’uso di frequenze superiori a 5-6 GHz è tecnicamente molto problematico, per il 5G non è nemmeno iniziato. Le attribuzioni di queste frequenze agli operatori mobili sono appena iniziate nella maggior parte dei paesi del mondo e i problemi tecnici associati all’utilizzo di queste frequenze sono molteplici.
    Nota che le alte frequenze sono già state utilizzate per 10-20 anni per i sistemi di radio-relè, con questi tamburi che tutti possono osservare in cima ai grandi pali di telecomunicazioni.
    drums_n
    Possono utilizzare frequenze tra 0 e 80 GHz.
    Questi tamburi vengono utilizzati per propagare un segnale in linea retta, di fronte a uno di questi tamburi, a 5, 10, 20, 50 km deve esserci un altro tamburo perfettamente posizionato di fronte per consentire la comunicazione. Questi tamburi vengono utilizzati per evitare di scavare trincee e tirare cavi da un’antenna all’altra. Sarebbe davvero meglio se tirassero i cavi per evitare di avere tutte queste onde extra… Nota solo che sono in circolazione da molto tempo e che le alte frequenze sono già utilizzate.
    Questi tamburi sono già utilizzati anche nelle città per le comunicazioni da un edificio all’altro per qualche compagnie, in linea retta in piani molto alti dove non ci sono ostacoli tra due edifici.
    Gli orgoniti hanno già mostrato i loro effetti migliaia di volte con questi tamburi, quindi sappiamo anche che sono pronti per l’arrivo massiccio di queste alte frequenze nel mondo urbano. Anche se ancora una volta, non sono molto contento di questi sviluppi tecnologici realizzati senza prestare molta attenzione agli impatti sulla salute.
    Le frequenze molto alte non possono generalmente essere facilmente utilizzate in un ambiente urbano denso, ecco perché ci sono ancora molti problemi tecnici da risolvere per il vero 5G come è immaginato. Le alte frequenze oltre 5-10 GHz penetrano molto male attraverso edifici, corpi umani e qualsiasi altro ostacolo. C’è bisogno di aria libera, finestre, carta/plastica e nient’altro. Saranno sempre le frequenze più basse che verranno utilizzate per effettuare connessioni attraverso pareti e materiali più densi. Quindi per ricevere 5G a 1Gbps in un appartamento avreste bisogno di un’antenna 5G in linea retta da qualche parte non lontano e che passa attraverso la finestra, l’uso di queste alte frequenze sarà completamente impossibile se c’è un muro nel sentiero. Ecco perché il principio di antenne multidirezionali molto precise è importante. Queste antenne devono rilevare quando è possibile passare tale o tale frequenza verso un telefono, in base agli ostacoli che si frappongono tra l’antenna e questo cellulare.
    È anche il motivo per cui è vero che probabilmente ci sarà una frenesia per tagliare alberi e altri ostacoli nell’ambiente per consentire il passaggio del 5G e perché avrà bisogno di antenne ovunque. Perché nota anche che le alte frequenze delle microonde non possono emettere molto lontano, ad esempio i segnali a 60 GHz non possono emettere un segnale ben rilevabile oltre 1-2 km (al contrario un segnale di 800 MHz/0,8 GHz può essere facilmente ricevuti a diverse decine di chilometri, ecco perché la televisione con antenna utilizza frequenze comprese tra 500 e 800 MHz).
    Detto questo, al momento ci sono state molte informazioni false sugli alberi che sono stati tagliati nelle città e dove li abbiamo incolpati del 5G, quando è sempre stato per ragioni di pianificazione urbana, alberi troppo vecchi, ricostruzione di un viale, ecc. anche se a volte queste azioni sono a volte ancora assurde. Allo stato attuale, nel 2020, ciò è inutile perché nessuna attrezzatura dispiegata su larga scala in un ambiente urbano emette a queste frequenze, ma è bene rimanere vigili su questo aspetto. Se un giorno sarà davvero necessario tagliare un sacco di alberi ovunque per consentire l’arrivo del 5G ad altissima velocità, questo probabilmente non sarà fatto così facilmente e sarà anche un ostacolo all’uso totale del 5G, perché dovrà davvero sfigurare il nostro ambiente. Ma sarà anche necessario costruire edifici con pareti fatte di materiali diversi dal cemento, l’uso di frequenze superiori a 10 GHz in un denso ambiente urbano è un vero rompicapo. Proprio come l’uso di queste alte frequenze in un ambiente rurale scarso, perché ci vorranno molte antenne vicine a ciascuna casa per servire segnali a 10-30 GHz, questo è semplicemente assurdo ed economicamente insostenibile. Seppellire cavi in ​​fibra ottica costerà molto meno.

  • La frequenza di 60 GHz e l’ossigeno
    In questo momento ci sono anche molte informazioni errate su questo argomento.
    La frequenza di 60 GHz corrisponde a linee di assorbimento di ossigeno e vapore acqueo, quindi l’indebolimento delle onde radio a queste frequenze è molto importante. In parole povere, il vapore acqueo e l’ossigeno bloccano notevolmente il passaggio dei segnali a frequenze di 60 GHz, il che significa che queste frequenze non sono state allocate storicamente, più precisamente la banda di 57-64 GHz, perché nessuno li ha considerati interessanti. Oggi è possibile immaginare un router wifi solo per una stanza, anche a volte preferibile perché impedisce al segnale di uscire dalla stanza, il che è una buona misura di sicurezza. Quindi le frequenze a 60 GHz stanno iniziando a interessare l’industria, anche per radar di rilevamento/conteggio e anche di persone/oggetti. Dal momento che queste frequenze non erano attraenti on passato, non esiste una licenza per utilizzare queste frequenze oggi nella maggior parte dei paesi, il che le rende molto interessanti. Altrimenti si deve pagare molto caro per creare dispositivi usando tali o tali frequenze.
    Queste frequenze, a causa delle loro caratteristiche tecniche hanno vantaggi di non interferenza tra loro, perché vanno solo nella direzione desiderata, per qualsiasi altra direzione, poiché l’ossigeno e il vapore acqueo le assorbono, non possono diffondersi.
    Esiste già da circa il 2013 uno standard WiFi (IEEE802.11ad) chiamato WiGig che utilizza frequenze a 60 GHz per offrire velocità teoriche di 2 GBps, ma è l’industria che sta cercando di andare troppo veloce. Perché nell’uso pratico poche persone riescono a ottenere una velocità migliore rispetto al WiFi a 2-5 GHz. Queste straordinarie velocità funzionano solo a pochi metri dal router e molto male. Eppure questi router WiGig hanno iniziato a essere commercializzati nel 2016, in 4 anni di esistenza questa tecnologia è ancora quasi inutilizzabile nel mondo reale.
    Possiamo già vedere i limiti assurdo dell’uso di queste alte frequenze. C’è una pubblicità sensazionale per risultati reali che sono in realtà completamente inutilizzabili.
    Anche in una linea retta molto stretta, come spiegato sopra per i tamburi, queste frequenze molto alte funzionano solo per distanze di 1-2 km, i tamburi che trasmettono a 10, 20, 50 km usano frequenze molto più basse. Al momento non esiste una tecnologia wireless in grado di competere con le velocità della fibra ottica.
    Esistono già tamburi da 60 GHz utilizzati per le comunicazioni urbane inferiori a 1-1,5 km, ma per funzionare, questi tamburi devono essere collocati in aree in cui non ci è assolutamente alcun ostacolo, altrimenti non può funzionare. Sono generalmente utilizzati in altezza nelle grandi città per trasmettere un segnale da un edificio all’altro non troppo lontano.
  • Centinaia di uccelli uccisi dal 5G
    Questo tipo di storia era già diffusa anche per il passaggio dal 3G al 4G, non c’è nessuna che si sia dimostrato vero nel tempo, ci sono casi in cui non c’è risposta. Ad esempio, un caso recente in cui si parlia di uccelli morti nei Paesi Bassi all’Aia nell’Huijgenspark nel 2020 o alla fine del 2019 per il test del 5G. Ma risulta che questa morte di massa è avvenuta in Ottobre 2018 per motivi parzialmente comprensibili (uccelli morti con lividi, a causa di shock ad alta velocità).
    https://www.hetnatuurhistorisch.nl/nieuws/vijftien-dode-spreeuwen-uit-den-haag

    O questa foto, che è stata ampiamente condivisa su un massacro di uccelli 5G.
    5029071_21_19728750
    Questa foto è veritiera, secondo cui la morte di questi uccelli è dovuta a una tempesta a Roma che ha abbattuto un albero che a portato molti uccelli con sé, la morte degli uccelli è davvero localizzata attorno a questo albero.
    5029071_21_19728729
    https://www.leggo.it/italia/roma/roma_albero_umberto_ospedale_uccelli_morti_ultime_notizie_foto-5028939.html

Le frequenze utilizzate oggi non hanno cambiate molto. La connessione dei pannelli/antenne mobili come nella foto sotto lo mostra.
1

La connettività di queste antenne è sempre stata molto simile per anni, le frequenze sono sempre comprese tra 0,8 GHz e 3-3,5 GHz. Dall’era del 2G…
37423-rv4-65d-r5-v5-connector-end-view-4-9-18-jpg tbxlha-6565c-vtm_1
base-station-antennas/

Le antenne 5G possono effettivamente utilizzare frequenze più alte, ma per il momento è generalmente limitato a 6 GHz.
35061-nnv4ssp-360s-f4-connector-end-view-straight-on-no-bracket-12-19-19-jpg
base-station-antennas/itemnnv4ssp-360s-f4/


Conseguenze per la salute
Avendoli spiegato le linee principali dell’argomento, in questi dettagli tecnici, devo avvicinarmi all’aspetto della salute, ma con calma.
Era necessario mettere il soggetto in chiaro, gli uccelli morti a frotte, 60 GHz, le difficoltà respiratorie dovute al Coronavirus (Covid-19) e molte altre aberrazioni pubblicate sui social network sono semplicemente false.
Comprendo il panico di molte persone che hanno paura delle ripercussioni sulla salute, puntamento su larga scala, uso eccessivo della tecnologia, ecc. Ma questo panico li fa anche credere in molte cose che amplificano il panico mentre che sono false.

Questo non vuol dire che il dispiegamento del 5G dovrebbe essere preso alla leggera. Personalmente sono generalmente contrario, ma vedo anche alcune cose positive, purtroppo vengono collegate con molti aspetti negativi!
Ad esempio, il principio di antenne multidirezionali molto precise è davvero un principio che ha un senso, le antenne non emetterebbero più inutilmente in direzioni indesiderate. D’altra parte, per ora, non ci è alcun limite al numero di antenne che potrebbero trasmettere verso un cellulare, una persona potrebbe essere si trovare con 8 antenne che trasmettono verso di essa.
Anche il principio del risparmio energetico è utile.
Anche il principio di avere connessioni più veloci (specialmente nei tempi di risposta) è utile e questa evoluzione non ha nulla a che fare con i cambiamenti nelle onde.
D’altra parte, l’uso di frequenze molto elevate quando è chiaramente dimostrato che queste frequenze sono fortemente assorbite dagli esseri viventi è molto male, dato come si sta attualmente sviluppando. Perché da un punto di vista puramente teorico, normalmente ciò andrebbe bene, poiché le antenne dovrebbero trasmettere solo quando le condizioni sono buone, vale a dire che non ci sono ostacoli tra l’antenna e l’oggetto a connettere. In questo caso non c’è motivo di preoccuparsi degli effetti diretti sulla salute di un animale/umano, poiché non ci sarà nulla in mezzo a queste onde.
Ma, in pratica, la teoria non viene applicata, possiamo già vederla con i produttori che hanno cercato di vendere router WiFi (WiGig) a 60 GHz da circa il 2016, questi router non implementano ancora nessuna delle regole di selettività di emissione di onde 5G, cioè emettere solo quando non ci sono ostacoli. Questo è ciò che è fondamentalmente sbagliato ogni volta, le idee sono buone, ma sono implementate così rapidamente che alla fine mancano i tre quarti dell’idea originale. Le tecnologie di rilevamento degli ostacoli sono ancora in fase di ricerca, ci vorrà molto tempo affinché funzionino bene, nel frattempo molto produttori cercheranno probabilmente già di implementare il 5G senza tutto ciò che dovrebbe essere.

Detto questo, anche se le antenne emettono a 30-60 Ghz solo quando non ci sono ostacoli, non tiene ancora conto degli effetti di queste onde sull’ambiente. Ovviamente non avranno un impatto diretto sugli esseri viventi, dal momento che non dovrebbero emettere su un essere vivente, ma queste onde interagiscono con la materia in modi ancora poco documentati. Con gli orgoniti abbiamo risultati molto sorprendenti degli effetti di queste onde su larga scala sul clima, anche se sono non ionizzanti e a priori innocui, i loro effetti sul clima sono chiari in situazioni precisi.
In Spagna, ci sono antenne lungo tutta la costa, con tamburi (sistemi di radio-relè) che trasmettono segnali da un’antenna all’altra, una persona aveva posizionato orgoniti alla maggior parte di queste antenne intorno 2010, su quasi 2000 km di lato. Queste antenne avevano chiaramente creato una sorta di barriera invisibile che ha impedito alla pioggia dell’Atlantico di entrare in Spagna. Una volta che tutte queste antenne sono state giftate (aggiunte orgoniti vicine), ci furono molte più precipitazioni provenienti dall’Atlantico. Prima erano davvero sbloccati.
Naturalmente, sarebbe anche necessario tenere conto degli effetti degli inquinanti atmosferici, che sconvolgono le precipitazioni o modificano i movimenti delle masse d’aria causando o prevenendo le piogge, riscaldando/raffreddando l’atmosfera riflettendo il sole o i raggi infrarossi, eccetera. questo è ancora rilevante. L’argomento è molto ampio.

Le onde non ionizzanti, anche all’aria aperta, hanno effetti che sono ancora ampiamente ignorati dalla scienza. Tuttavia, poiché la scienza e l’industria non tengono conto di questi effetti, non effettuano ricerche. Continuiamo a implementare tecnologie i cui effetti su larga scala sono completamente sconosciuti.

Gli effetti sugli esseri viventi non devono nemmeno essere citati, ci sono così tanti studi che vengono ignorati. A priori, se il 5G fosse davvero correttamente implementato, potrebbe aiutare a mitigare gli effetti delle onde trasmettendo solo nelle direzioni desiderate e quando necessario, ma purtroppo sappiamo che le compagnie private stanno ancora andando troppo veloce e stanno sempre facendo le cose a metà.

Tuttavia, se il 5G viene distribuito senza tutta la tecnologia che dovrebbe essere, il fatto che le onde nelle frequenze di 10-60 GHz e più siano molto assorbite da qualsiasi ostacolo è uno dei temi di maggiore preoccupazione per alcuni scienziati. Poiché queste frequenze hanno lunghezze d’onda che faranno agire i capelli umani come antenne, anche gli insetti con le loro antenne captano queste frequenze, ecc. È innegabile che ciò avrà ripercussioni dannose sulla salute di molti esseri viventi. Ancora una volta, come in passato, nella maggior parte dei casi questi effetti sono lievi e sottili, ma accumulati su lunghi periodi di tempo, questi effetti diventano dannosi, come quelli che ora sono noti rispetto ai tumori cerebrali che si formano dopo un uso intenso, per più di 10 anni sul lato dell’orecchio che è stato molto esposto a un telefono cellulare. Al momento non possiamo prevedere esattamente cosa faranno queste nuove frequenze, ma è ovvio che avranno effetti deleteri.
Gli effetti delle onde ad alta potenza sono stati dimostrati per anni, alcuni alberi posti di fronte alle antenne hanno un gran parte del loro fogliame che viene completamente ucciso.

Uno studio è stato fatto su questo argomento, i risultati sono chiari.
Recensione: debole esposizione alle radiazioni in radiofrequenza dalle radiazioni dei telefoni cellulari sulle piante
La nostra analisi dimostra che i dati provenienti da una notevole quantità di studi sui campi elettromagnetici RF da telefoni cellulari mostrano effetti fisiologici e/o morfologici (89,9%, p <0,001). Inoltre, la nostra analisi dei risultati di questi studi riportati dimostra che il mais, la rosella, il pisello, il fieno greco, le lenticchie d'acqua, il pomodoro, le cipolle e le piante di fagiolo verde sembrano essere molto sensibili ai campi elettromagnetici RF. I nostri risultati suggeriscono anche che le piante sembrano essere più sensibili a determinate frequenze, in particolare le frequenze tra (i) 800 e 1500 MHz (p < 0,0001), (ii) 1500 e 2400 MHz (p < 0,0001) e (iii) 3500 e 8000 MHz (p = 0,0161)

Detto questo, li ricordo comunque che non deve credere in tutto e in qualsiasi cosa troppo in fretta, ci sono anche alberi che muoiono a causa di siccità prolungate e ripetute e falde acquifere vuote. Con le onde, gli alberi mostrano segni, spesso con una parte dell’albero morta e l’altra viva, ma un’antenna non causerà la morte di un’intera foresta.
EH5l6a3X4AI_Ejj EH5l6a2X4AEDTIx
D’altra parte, come spiegato sopra, le onde artificiali hanno scarsi effetti documentati sul clima, l’accumulo di onde artificiali nell’ambiente può causare molto chiaramente disturbi che portano ad esempio ad aggravare la siccità e quindi a causare la lenta morte delle foreste.

Non parliamo neanche dei satelliti SpaceX/Starlink ecc. che aumenterà ulteriormente la densità delle onde artificiali nell’ambiente.

I potenziali effetti delle onde artificiali sugli esseri viventi sono ben dimostrati da numerosi studi scientifici: Pubblicazioni scientifiche sugli effetti delle onde artificiali sugli esseri viventi

C’è, su questo soggetto, un altro aspetto importante da tenere in considerazione, tutte le onde elettromagnetiche artificiali sono polarizzate. Questa è la differenza più importante tra le onde elettromagnetiche naturali, che hanno polarizzazioni casuali a livello globale, e le onde elettromagnetiche artificiali, che hanno polarizzazioni fisse. La densità delle onde elettromagnetiche artificiali ha aumentata in modo significativo nell’ambiente umano dagli anni 1990-2000, ma ciò che fa che sì abbiano effetti deleteri cumulativi è la loro polarizzazione fissa. Perché naturalmente ci sono molte onde elettromagnetiche naturali dappertutto, luce visibile, infrarossi, UV-A, UV-B, ma queste onde naturali hanno polarizzazioni casuali, in modo ché non disturba il mondo vivente, che ci è abituato da millenni.
La proliferazione di onde artificiali nel nostro ambiente è chiaramente un problema che un giorno dovrà essere preso in considerazione, perché il cumulo di queste onde polarizzate crea zone di interferenza in cui la potenza di queste onde diventa abbastanza grande da indurre effetti su cellule viventi, a scaglie minime di alcune decine di millivolt, molto localmente, quindi difficili da rilevare con dispositivi di misura. Ma questi potenziali elettrici sono sufficienti per influenzare la permeabilità delle cellule e, ad esempio, per disturbare i processi di scambio di ioni di calcio, potassio, sodio, ecc. nel corpo umano.
Per maggiori dettagli su questo argomento: Che cos’é l’orgonite > La polarizzazione


L’uso di orgoniti in tutto questo?

Quindi eccoci qui per i consigli per dirli quali orgoniti usare, come e perché.
Innanzitutto c’è questo messaggio generale su tutte le descrizioni di orgoniti unici:

Informazioni generali:
La descrizione è fatta da un amico sensibile alle energie sottili.
Questa descrizione non può essere più precisa, come è impossibile per uno psicologo di dire immediatamente ed esattamente il motivo per cui qualcuno ha una tale preoccupazione, né in quanto tempo sarà risolta, né come andrà a finire.
Questo che succede tra vuoi e l'orgonite sarà unico e adatto per voi e/o l'ambiente.

Tutti i orgoniti hanno gli stessi effetti di base:
  • Neutralizzare gli effetti nocivi delle onde elettromagnetiche.
  • Energizzare/purificare l'acqua, il cibo, minerali, ecc.
  • Armonizzare/neutralizzare i difetti naturali, reticoli di Curry, rete Hartmann, ecc.
  • Rafforzare globalmente la vitalità di tutti gli esseri viventi: piante, animali, esseri umani.

Ogni aggiunta (pietra, pianta, coperture, ecc) ha un'influenza unica aggiunta a questa base comune, come spezie/erbe aggiunti a un piatto di base.

Per una spiegazione più completa di ciò che non si può riassumere in poche righe, potete visitare questi link:

Questo vale per tutte le orgoniti su questo sito, è la base degli effetti di qualsiasi orgonite.
Tutti hanno l’effetto di “Neutralizzare gli effetti nocivi delle onde elettromagnetiche.”.
Questo è spiegato in modo più dettagliato in questa pagina: Che cos’é l’orgonite > Spiegazioni tecniche del orgonite

Come spiegato anche sopra nella sezione: Conseguenze per la salute, ci sono già molti risultati passati dall’uso di orgoniti sul clima in giting su larga scala sulle antenne trasmittenti. Perché questi hanno già tamburi (relè/sistemi di radio-relè) che trasmettono a frequenze che vanno fino a 80 GHz per più di 10-20 anni, anche se in realtà questi tamburi spesso emettono tra 5 e 15 GHz perché le frequenze più alte non vanno abbastanza lontano.
Le orgoniti hanno già mostrato effetti sul clima con queste antenne molte volte in passato, può vederlo sul’Blog che racconta alcuni dei miei gifting. È sempre un effetto molto simile, quando le condizioni climatiche si prestano ad esso, il cielo si scopre e forma una sorta di diradamento/apertura circolare tra le nuvole sopra determinate antenne e/o aree. È un effetto molto simile a quello che si può vedere anche sporadicamente sopra a un Cloudbuster.

Gli orgoniti funzionano sulle frequenze di 2G, 3G, 4G, 5G, 6G, 7A, 8G, ecc. È così semplice.
Come spiegato sopra: Tappe di diffusione, uando le frequenze aumenteranno, funzionerà anche, anche se questa evoluzione è comunque lontana da essere dispiegata in modo massiccio.

Sia per WiFi, 3G, 4G, 5G, 6G, 7G è lo stesso, tutti gli orgoniti funzionano, se qualcuno dice da qualche parte che un’evoluzione dell’orgonite è necessaria (aggiunto di alcuni metalli, certe pietre, certe forme, ecc.), questo è semplicemente non vero. Qualsiasi orgonite ben fatta (Regole di base per la fabbricazione di orgoniti) funziona molto bene per neutralizzare gli effetti dannosi delle onde per qualsiasi frequenza.
Questo è spiegato in modo più dettagliato qui: Che cos’é l’orgonite > Frequenze con cui l’orgonite può interagire
Un’orgonite funziona per le onde a tutte le frequenze presenti sul nostro pianeta! Tutti quelle che esistono e sono usate oggi (artificiali e naturali), ma anche per tutte quelle a venire.
Questo è stato il caso dall’inizio dell’esistenza degli orgoniti e rimarrà tale.

È anche bene ri-specificare, come spiegato nella prima casella qui: Che cos’é l’orgonite > Proprietà dei materiali costituenti del orgonite.

Non aspettarli che le onde artificiali scompaiano, gli orgoniti non funzionano in questo modo, diminuiscono gli effetti dannosi di queste onde sul nostro corpo, aiutano gli esseri viventi a reagire in modo diverso alle onde, per essere meno colpiti. Le fonti che emettono le onde non possono cambiare, ma gli orgoniti agiscono sull’ambiente e le onde artificiali presente con, descritto brevemente, due processi complementari:

  • Ristabiliscono un equilibrio maggiore e più stabile nei frattali di coalescenza dell’ambiente circostante. Il che è benefico per tutti gli esseri viventi.
  • Promuovono una polarizzazione più casuale di tutte le onde e quindi delle onde artificiali, quando ci sono abbastanza orgoniti distribuiti in modo abbastanza omogeneo.

Questo effetto si produce con tutti tipi e frequenze di onde, è così semplice.

C’è solo un tipo di orgonite su questo sito che sembra essere più efficace contro le onde rispetto alle altre, queste sono le TB a Induzione.
Non è ancora chiaro esattamente perché, ma il feedback di persone che sono leggermente elettrosensibile o molto elettrosensibile vanno sempre in questa direzione.
È spiegato un po ‘qui: “Istruzioni per l’uso” di orgoniti > Quanti orgoniti ci vogliono per…?. Il feedback delle persone che hanno gifting su antenne hanno spesso indicato TB a Induzione hanno più o meno l’effetto di 2-4 TB semplici.


Come posizionare gli orgoniti e quante?
È spiegato in modo molto semplicistico qui: “Istruzioni per l’uso” di orgoniti > Dove/come posizionare gli orgoniti?

Come regola generale, posiziona l’orgonite più vicino al punto in cui desideri l’effetto positivo. Se si tratta di trasmutare le onde di un trasmettitore wireless, posiziona l’orgonite appena sopra o accanto. Se è per una pianta mette l’orgonite ai piedi della pianta. Se vuole purificare l’acqua potabile, mette l’orgonite vicino alla bottiglia. Se è per lei, tienine una o posizionala vicino al letto o sotto il letto se è per aiutare a dormire meglio.

Per andare più in dettaglio, in particolare per quanto riguarda le onde elettromagnetiche, la cosa migliore da fare è di avere alcune TB a Induzione per posizionare vicino agli oggetti che emettono di più, o nel percorso da cui provengono le onde, se lo sa. E ancora qualche altri TB semplici da spargere dentro o intorno a casa sua.
Li TB da Gifting vanno anche molto bene, è solo che sono un po ‘meno carini.

Il fatto di avere orgoniti dispersi in modo abbastanza omogeneo in una casa o intorno a una casa, significa che gli effetti dannosi delle onde artificiali provenienti dall’esterno sono generalmente neutralizzati. Come spiegato poco prima, dai due processi complementari. In primo luogo ripristinano un maggiore equilibrio nei frattali di coalescenza dell’ambiente vicino, in secondo luogo, se distribuiti ovunque sul/nel luogo, promuovono una polarizzazione più casuale delle onde artificiali.

Detto questo, non dimenticare che più metti orgoniti intorno a te, più aumenta la frequenza vibratoria del luogo, secondo quanto descritto sopra come il maggiore equilibrio dei frattali di coalescenza. Tieni presente che ciò può comportare altri effetti oltre a proteggerti dagli effetti dannosi delle onde: Effetti dell’orgonite sugli esseri viventi.
Questi altri effetti sono molto utili a lungo termine, ma inizialmente possono a volte disturbare. Detto questo, l’osservazione iniziale la più frequente è ancora molto utile, un sonno migliore.


Cos’altro fare per proteggersi dalle onde artificiali?
La soluzione migliore sarebbe quella di andare fuori nel selvaggio, lontano da tutto… Dal momento che è quasi impossibile di farlo per la maggior parte delle persone, ci sono alcune regole generali che sono comunque bene a essere rispettate.

  • Mantenere il più lontano possibile tutte le fonti di onde su cui possiamo agire. Ad esempio, disattivare la funzione wifi dei router a casa e cablare l’intera casa con cavi Ethernet. Disattivare la modalità “dati mobili” dei telefoni cellulari quando non è necessaria, la attivare solo quando è necessaria. Mettili anche in modalità aereo. Non avere un telefono senza fili, ecc. Se non è possibile di spegnere le sorgenti delle onde durante il giorno, quindi almeno farlo di notte, disturbano davvero il sonno, anche se questi effetti sono molto sottili e difficili da notare. Perché secondo molti studi, tutti i danni al DNA e alle cellule causati dalle onde sono reversibili quando non sono troppo gravi, quindi assicurasi di avere almeno un sonno senza esposizione alle onde artificiale è già meglio di niente in modo che il nostro corpo possa rigenerarsi bene di notte. Se vive in ​​un appartamento e le onde provengono dal muro vicino, ovviamente sarà probabilmente difficile motivare il vicino a cambiare le sue abitudini, in questo caso la cosa migliore da fare è organizzare i luoghi in cui restiamo fissi a casa (divano, scrivania, ecc.) il più lontano possibile da dove provengono queste onde.
    È sempre la stessa raccomandazione, esporsi il ​​meno possibile alle onde e non se non è possibile evitarlo, farlo in modo di essere il più lontano possibile dalla fonte di queste onde e/o rimanere il più breve possibile.
  • Se è il proprietario della sua casa e disponi dei mezzi, un metodo semplice ed efficace, per la vita, per rimuovere tutte le radiazioni che possono provenire dalla rete elettrica della casa: trasmissione Powerline, segnali pulsati di Smartmeters, segnali pulsati che fuoriescono dalla rete elettrica di vicini, ecc. deve installare cavi schermati con messa a terra. Deve essere fatto solo una volta, ha il suo costo, ma una volta fatto, qualunque cosa passi e passa attraverso i cavi, non rilasceranno mai più inquinamento elettromagnetico. È quasi ovvio che un giorno questi cavi diventeranno la norma per tutte le nuove costruzioni.
  • La terza soluzione, meno facile da implementare, è quella di utilizzare gabbie di Faraday. Questo è ciò che viene fatto nella spiegazione sopra con cavi schermati, questi sono cavi con un esterno in metallo completo, che ha l’effetto di una gabbia di Faraday. Una scatola di metallo completamente chiusa impedisce a qualsiasi onda elettromagnetica di entrare o uscire da essa, questo è l’effetto di una gabbia di Faraday. Alcune persone estremamente elettrosensibili sono costrette a coprire tutte le pareti della loro custodia con vernici metalliche per trasformare la loro custodia in una gabbia di Faraday. È davvero una versione estrema dell’argomento. Se non li è altamente elettrosensibile, non è necessariamente necessario, ci sono alternative meno complete, ma molto utili per proteggere alcune parti di una casa. Se ad esempio non riesce a cambiare l’opinione dei vicini che hanno a casa molti sorgenti di onde, può trovare tende per il suo letto in una rete metallica fine, hanno il loro prezzo, ma ancora una volta è un investimento a vita. Può anche chiuderlo completamente facendo lo stesso sopra e sotto il letto, almeno per dormire fuori dalla portata di qualsiasi onda, questo è molto importante. In una versione più semplificata, è anche possibile coprire ad esempio una porta di una stanza con una piastra di metallo, collegata alla presa di terra, questo catturerà tutte le onde che provengono da dietro la porta e non saranno in grado di raggiungerli. Questa è di nuovo una buona opzione se si trova in ​​un appartamento e disturbato dal wifi di un vicino, se sa dove si trova, dietro quale parete, può posizionare una piastra di alluminio 2m x 2m collegata a una presa terra, il più fine possibile, lo spessore non è particolarmente importante. Poiché le onde si propagano in linea retta dal punto di origine in cui vengono prodotte queste onde, questa piastra li proteggerà quasi completamente da tutte le radiazioni provenienti da questo wifi vicino.
  • Prestare attenzione alla dieta, salute, sonno, stress, ecc. È sempre molto importante specificarlo, perché una grande maggioranza di studi scientifici indica tuttavia che le onde pulsate artificiali hanno impatti molto trascurabili sul corpo umano se sono di bassa potenza. Essendo sano, il corpo umano è normalmente in grado di resistere a questi effetti. Anche se è ancora meglio che non dovere resistere, senza onde sarebbe ovviamente ancora meglio. È un’osservazione generale che può essere fatta, le persone altamente elettrosensibili sono in gran parte colpite anche da una o più malattie autoimmuni. La questione se l’elettrosensibilità ha causato l’indebolimento del sistema immunitario o se il sistema immunitario indebolito ha causato l’elettrosensibilità è un’altra domanda, come il fatto che forse ci sono anche predisposizioni genetiche, intossicazione del corpo con alcuni metalli, ecc. È troppo lungo per entrare in questo dibattito qui, è solo per chiarire che non denigro le persone elettrosensibili, ma questa osservazione è spesso frequente, hanno un sistema immunitario indebolito per ragioni a volte difficili da chiarire. Per una persona sana, il fatto di avere un sistema immunitario indebolito ci rende necessariamente più vulnerabili, il nostro corpo è normalmente in gran parte in grado di resistere alle onde se hanno un potere debole e che la densità delle radiazioni non è troppo densa.